Tre mesi fa Francesco Lollobrigida è diventato ministro dell’Agricoltura e della Sovranità Alimentare, riuscendo a mettere i temi agricoli al centro dell’agenda italiana e europea. La sfida più recente è stata quella contro la decisione dell’Irlanda di etichettare il vino come prodotto pericoloso per la salute. A riguardo, il ministro afferma che “questa vicenda ha due aspetti che convincono poco. Il primo è che il Parlamento europeo si era espresso contro questo tipo di etichettatura mentre la Commissione Europea l’ha autorizzato. E questo è molto grave perché segna la debolezza del Parlamento europeo”.

Secondo Lollobrigida, “il tabacco e il vino non possono essere paragonati: del tabacco fa male anche la singola sigaretta del vino, invece, fa male l’eccesso. La verità è che alcune nazioni criminalizzano dei prodotti per ragioni di mercato e concorrenza”. Per quanto riguarda l’utilizzo di insetti e carne sintetica, il Ministro afferma che “gli insetti sono in circolazione da tempo, alcune nazioni li hanno culturalmente sposati. Non so se siano un pericolo per la salute ma penso non lo siano per la nostra economia. La carne e il latte sintetici hanno invece effetti ancora da testare per l’organismo”.

Lollobrigida rimarca inoltre l’importanza di dare un indirizzo politico forte all’agricoltura: “dobbiamo restituire ad alcuni settori la centralità come al ministero dell’agricoltura. Si è sempre pensato, per esempio, che alcuni prodotti come il grano o i fertilizzanti dovessero arrivare da fuori ma ci si è poi resi conto, con la pandemia prima e la guerra dopo, che la filiera lunga è rischiosa”.

Il ministro ha poi aggiunto: “Abbiamo deciso di reindirizzare i fondi e tagliare i privilegi come il Reddito di Cittadinanza. Perché se uno può lavorare non deve avere un sussidio, mentre se non può lavorare è giusto che lo Stato lo aiuti”. Inoltre ha confermato l’aggravamento delle pene sul caporalato ed un milione e mezzo di nuclei familiari assistiti con 500 milioni di contributi destinati all’acquisto dei beni primari.

In conclusione, il Ministro ha voluto ribadire l’importanza della consapevolezza sulla produzione agroalimentare: “Per difendere la qualità bisogna rendere consapevoli i cittadini”, invitandoli a puntare sulla sostenibilità ambientale ed economica delle filiere agricole italiane ed europee.

Il blogger in questione si impegna a gestire il proprio contenuto in modo trasparente, evitando le tecniche di "clickbait" e mettendo sempre al primo posto la qualità dei contenuti per i suoi lettori. Si sforza di creare contenuti originali, di valore e che rispondano alle esigenze e alle domande dei suoi lettori. Inoltre, cerca sempre di generare un intrattenimento per i lettori e di migliorare costantemente il proprio lavoro. I contenuti del blog sono moderati per garantire una esperienza di lettura piacevole e rispettosa per tutti i lettori. Per annomalie mi scuso con i content creators e come primo posto chi legge il content. Aspetto la nuova version per poter concedere piu chiarezza e softskills.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *